Brachiopodi

brachiopodiEsemplare di Spirifer verneulli, appartenente al phylum Brachiopoda e proveniente dai depositi del Devoniano superiore di Barvaux, in Belgio. I Brachiopodi, organismi simili ai Molluschi Bivalvi, si differenziano da questi per la presenza di una conchiglia provvista di due valve, delle quali una dorsale e l’altra ventrale, invece che laterali e simmetriche.

Il termine Brachiopodi deriva dal latino brachium = braccio e dal greco pòus, podòs = piede, e si riferisce alla presenza di una struttura boccale particolare, detta lofoforo, che e’ sorretta da uno scheletro noto come brachidium.

Questa particolare struttura, provvista di numerose ciglia, con la funzione di convogliare e filtrare l’acqua e di catturarne le particelle alimentari in sospensione, era utilizzata per la locomozione. Tutti i brachiopodi viventi sono marini, solitari, e tipicamente fissi al substrato grazie ad un peduncolo carnoso che fuoriesce da un foro presente nella parte posteriore della valva ventrale; la maggior parte di essi vive in acque temperate. Le conchiglie hanno dimensioni variabili fra i 5 mm e gli 8 cm.

Alcune specie fossili raggiungevano anche dimensioni di 38 cm.

In lingua inglese i brachiopodi sono noti come lamp shell, termine che indica la loro forma molto simile ad una antica lampada ad olio romana.

Apparsi nel Cambiano, le loro spoglie fossili, sono abbondanti nei sedimenti paleozoici, ma presenti, in misura minore, anche in quelli di età più recente; si conoscono circa 450 generi nelle rocce del Paleozoico e circa 177 in quelle del Mesozoico.

I 68 generi e le 260 specie viventi sono soltanto un’ esigua parte di quelle estinte; sono state, infatti, descritte ben 30.000 specie fossili. Il genere Lingula, organismo che non ha subito cambiamenti rilevanti dall’Ordoviciano ad oggi (oltre 400 milioni di anni), costituisce un tipico esempio di fossile vivente.

Leggi anche

  • Fossili viventiFossili viventi Il termine fossile vivente fu coniato da Darwin per indicare organismi, animali o […]
  • RudisteRudiste Le Rudiste sono un gruppo aberrante di Bivalvi che si differenziò durante il Giurassico, […]
  • FusulineFusuline Macroforaminifero, visto al microscopio, appartenente alla famiglia delle Fusulinidae, […]
  • Pesci fossili di CastellammarePesci fossili di Castellammare Esemplari di Stemmatodus rhombus provenienti dai calcari cretacici di Castellammare di […]
  • Insetto in ambraInsetto in ambra Spettacolare esempio di insetto inglobato in resina vegetale, proveniente da depositi […]
  • Collezioni SpecialiCollezioni Speciali Le collezioni speciali raccolgono fossili che hanno in comune la località di […]