Calchi facciali

Nella foto sono rappresentati novanta esemplari della collezione composta da centoventi calchi in gesso dipinto raffiguranti novanta uomini e trenta donne appartenenti a diverse popolazioni africane, fra cui Ai-hum, !Kung, Bantu, nonché “pigmei” dell’Ituri e gruppi somali e dello Yemen.

Questi calchi furono tratti dalla faccia di individui adulti, allo scopo di documentare i “tipi razziali” dell’Africa e dello Yemen. La serie fu realizzata da L. Cipriani , durante i suoi viaggi compiuti tra il 1927 e il 1930.

L’accurata coloritura di queste “maschere modellate sul vivente” riproduce l’esatta tonalità della pelle, misurata secondo la scala di von Luschan.

I calchi furono acquistati in due lotti da G. Sera nel marzo e nel maggio del 1932 presso la Società Italiana per l’Antropologia e l’Etnologia (Firenze), pagando lire 35 a esemplare.

Leggi anche