Citizen Science

locandina_citizen_science_bassaReal Museo Mineralogico

30 maggio 2015 ore 10:00

Il Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche dell’Università degli Studi di Napoli Federico II,  nell’ambito delle collaborazioni con le Associazioni onlus  e no-profit impegnate nello studio e salvaguardia l’ambiente e nella divulgazione scientifica, ospita nella sala del Real Museo Mineralogico, la Giornata Studio organizzata  dall’Associazione no-profit  ARDEA
” Citizen Science – per vivere la Natura …..  da Protagonista”

“Citizen Science”  ovvero la “scienza fatta dai cittadini”  è  una formula basata sul coinvolgimento  di persone non specializzate a uno studio scientifico.  Nell’ambito della Citizen Science esistono numerosi esempi di progetti sperimentali basati sulla collaborazione volontaria di cittadini per acquisire informazioni utili alla ricerca scientifica e, in particolare, molti riguardano gli aspetti ambientali. Grazie all’evoluzione nel campo delle nuove tecnologie, legate all’era digitale alla diffusione degli strumenti web interattivi e degli smartphone si sono aperti scenari rivoluzionari nella diffusione, nella condivisione e nella creazione di dati, informazioni e conoscenza. Tutti i cittadini possono collaborare diventando dei “sensori in movimento”  che, con semplicità e in tempo reale, hanno la possibilità di acquisire e condividere informazioni sulla città, sul territorio e sull’ambiente circostante.
Durante la Giornata  Studio verranno illustrati  quattro progetti che indagano aspetti diversi della natura con  la partecipazione, nella raccolta dati, dei cittadini che in tal modo contribuiscono in prima persona al progresso conoscitivo che consentirà la realizzazione importanti azioni di tutela del sistema Terra.
Il progetto Ortotteri della Campania  descriverà come con semplici foto o file audio si possa aiutare a descrivere la distribuzione degli ortotteri di Campania, un gruppo d’insetti poco studiato benché rivesta un ruolo decisivo nei sistemi agricoli.

Il progetto  Via libera  presenterà gli interessanti risultati attesi per mitigare l’impatto che le strade hanno sulla fauna selvatica e a rendere più sicuro il nostro percorso, illustrando anche come è semplice per ogni automobilista inviare dati utili al progetto

Il Progetto Life Monitoring of insects with public participation illustrerà  come attraverso il monitoraggio si può valutare lo stato di conservazione di alcune specie di insetti.

Il progetto La conservazione dell’avifauna passa anche dal webell  parlerà delle  colonie di specie sensibili ai cambiamenti ambientali come rondini, balestrucci e rondoni  illustrando quali accortezze utilizzare per favorire la nidificazione di queste specie nei nostri quartieri. Verrà quindi promossa e illustrata la piattaforma di raccolta dati faunistici www.ornitho.it

Parteciperà all’evento anche l’Associazione Scienze Naturali Unina impegnata a far conoscere agli studenti universitari  i progetti Citizen Science nonché i metodi di raccolta e invio  dati .

Leggi anche

Posted in Convegni e Seminari, News.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *