I Molluschi

Caratteristiche Generali

I Molluschi costituiscono uno dei più ampi raggruppamenti del Regno Animale, includendo forme molto diverse tra loro. Generalmente hanno un corpo molle appiattito ed allungato, con un capo munito di occhi e tentacoli sensori come nei Cefalopodi, tutti hanno un piede ventrale, una massa dorsale che contiene i visceri e una plica del tegumento, il mantello, che dorsalmente delimita una cavità palleale che comunica con l’esterno anteriormente o posteriormente. La superficie dorsale del mantello secerne una conchiglia per lo più calcarea. Nella cavità della bocca dei Gasteropodi si trova la radula, simile a una lingua, con file di dentelli trasversali: essa viene estroflessa e usata originariamente per raschiare le particelle alimentari del substrato. L’ano si apre nella cavità palleale; in essa trovano posto anche le branchie, a forma di pettine (ctenidi) come nei Bivalvi. Il sistema circolatorio è formato per lo più da lacune aperte, con un cuore contrattile da cui partono vasi che raggiungono le branchie. Di solito vi è una sola coppia di reni e gonadi, con dotti comuni o separati che sboccano nella cavità palleale. Il sistema nervoso formato da un anello intorno all’esofago e due paia di cordoni con gangli, in molti casi concentrati, e organi di senso spesso ben sviluppati. I vari gruppi di Molluschi sono diversificati per l’organizzazione degli organi interni, della conchiglia e della superficie del corpo.

Evoluzione

Conchiglie fossili sono note fin dal Cambriano inferiore (570 milioni di anni fa). L’antenato dei Molluschi probabilmente era un animale vermiforme, in cui la conchiglia si formò a partire da scaglie sparse sul dorso, simili a quelle degli attuali Caudofoveati e Solenogastri.

Ecologia

I Molluschi hanno una notevolissima plasticità ecologica che ha probabilmente favorito la diffusione e le diversificazioni di questi animali, da abitatori di fondali marini, a forme adattate a tutti gli ambienti marini, d’acqua dolce e terrestri.

Riproduzione

Sono di norma a sessi separati, lo sviluppo primitivamente indiretto, con uno o più stadi larvali natanti.

Distribuzione e conservazione

Si conoscono circa 140.000 specie di Molluschi viventi, distribuiti in otto classi molto diverse tra loro per aspetto ed anatomia, ossia i Caudofoveati, i Solenogastri, i Poliplacofori, i Monoplacofori, gli Scafopodi, i Bivalvi, i Cefalopodi e i Gasteropodi. Ad eccezione dei poli sono diffusi praticamente in tutto il mondo.

Nel Museo

I Molluschi sono esposti nelle bacheche 7 – 20 e 22. Tra le specie pi rappresentative sono degni di nota oltre alla collezione Malacologica Mediterranea, lo splendido esemplare di Tridacna gigante (Tridacna gigas), di circa 80 cm di lunghezza e oltre 100 kg di peso, uno dei più grandi in Europa completo di entrambe le valve: essa proviene dall’Oceano Indiano e risale all’antica collezione settecentesca, originariamente allocata nell’ ex Museo Borbonico, oggi, Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Queste gigantesche conchiglie, un tempo venivano utilizzate in molte chiese come acquasantiere.

Leggi anche

  • Molluschi quaternariMolluschi quaternari Il primo e' un mollusco bivalve appartenente alla specie Artica islandica, il secondo […]
  • I CetaceiI Cetacei Caratteristiche Generali I Cetacei sono i Mammiferi che possiedono i migliori […]
  • Le mummie dell’antico egittoLe mummie dell’antico egitto Le due teste mummificate di coccodrilli del Nilo in esposizione provengono da una grotta […]
  • I Pesci osseiI Pesci ossei Caratteristiche Generali Gli Osteitti o pesci ossei costituiscono i più diffusi […]
  • AnfiossoAnfiosso Caratteristiche Generali L’Anfiosso, un cordato appartenente al Subphylum degli […]
  • La Foca monacaLa Foca monaca Della presenza della foca monaca nel Mediterraneo parlano già nei loro scritti Omero, […]