I Sireni

Dugongo

Dugongo

Caratteristiche Generali

I Sireni sono un gruppo di Ungulati altamente specializzati per la vita acquatica. Non hanno alcuna parentela con i Cetacei cui somigliano per un classico fenomeno di convergenza adattativa. Hanno corpo fusiforme e arti anteriori trasformati in pinne; gli arti posteriori sono assenti. La coda si è trasformata in una larga pinna orizzontale. La pelle, molto spessa, reca nell’adulto peli ridotti. La testa ha le narici situate dorsalmente e il muso ha grosse labbra carnose, munite di corte setole sensoriali. La vista è poco efficiente, ma l’udito è molto sviluppato, sebbene i padiglioni auricolari siano assenti.

Evoluzione

I più antichi Sireni fossili risalgono all’Eocene inferiore, circa 50 milioni di anni fa e, sebbene derivino da un gruppo di Protoungulati fossili, non mostrano chiare affinità con alcun gruppo vivente.

Ecologia

I Sirenii sono gli unici Mammiferi acquatici erbivori. Vivono in acque poco profonde e ricche di vegetazione acquatica come delta o estuari di grandi fiumi tropicali, coste marine, lagune salmastre.

Etologia

I Sireni formano in genere gruppi familiari costituiti da 3-6 individui. La gestazione dura circa undici mesi: l’unico neonato, autosufficiente, viene partorito in acqua ed oggetto di lunghe cure parentali. Le femmine possiedono un paio di mammelle all’altezza del petto e spesso allattano i piccoli tenendoli “tra le braccia”.

Distribuzione e conservazione

Il comportamento di allattamento delle femmine potrebbe essere all’origine delle leggende sulle sirene (da cui il nome dell’ordine), le mitiche creature femminili dalla coda di pesce. Miti e mansueti, i Sirenii sono attualmente minacciati di estinzione a causa della caccia per la carne e il pannicolo adiposo da cui si ricava olio. La Ritina di Steller (Hydrodamalis gigas), scoperta nel 1742 nel Mare di Bering e lunga 7-8 metri, fu sterminata dai cacciatori dopo soli 23 anni ed attualmente estinta. Le quattro specie viventi sono divise nelle due Famiglie dei Dugongidi e dei Manatidi: alla prima appartiene l’unica specie vivente, il Dugongo (Dugong dugon), esclusivamente marino, che vive lungo le coste dell’Oceano Indiano e dell’Oceania, e l’estinta Ritina di Steller. La seconda Famiglia comprende tre specie di lamantini o manati che vivono in fiumi e lagune degli Stati Uniti meridionali, dell’America centromeridionale e dell’Africa occidentale.

Nel Museo

Nel Museo esistono tre esemplari di Sireni, e precisamente: un cranio ed uno scheletro di Dugongo (Dugong dugon) ed un calco storico in gesso del cranio della Ritina di Steller (Hidrodamalis gigas). Questi ultimi due esemplari, sono di notevole importanza essendo, quest’ultimo (vetrina 30) appartenente ad una specie estinta da oltre due secoli, mentre lo scheletro del Dugongo (Salone Maggiore), recentemente restaurato, è uno dei due scheletri completi esistenti nei musei italiani.

Il ritorno all’acqua

Leggi anche

  • I CetaceiI Cetacei Caratteristiche Generali I Cetacei sono i Mammiferi che possiedono i migliori […]
  • I Pesci osseiI Pesci ossei Caratteristiche Generali Gli Osteitti o pesci ossei costituiscono i più diffusi […]
  • Le mummie dell’antico egittoLe mummie dell’antico egitto Le due teste mummificate di coccodrilli del Nilo in esposizione provengono da una grotta […]
  • Biologia dei proboscidatiBiologia dei proboscidati Caratteristiche Generali I Proboscidati sono i più grandi animali viventi, adattati a […]
  • I RettiliI Rettili Caratteristiche Generali I Rettili, comparsi circa 350 milioni di anni fa, sono […]
  • Gli AnfibiGli Anfibi Caratteristiche Generali Gli Anfibi sono i primi Vertebrati che hanno invaso le terre […]