Matteo Tondi

220px-Matteo_TondiMatteo Tondi nacque nel 1762 a Sansevero di Puglia e si laureò in medicina nella Università di Napoli dove, giovanissimo, seguì anche i corsi di botanica, fisica e chimica.

Nel 1789 fu uno tra i sei giovani scelti dal generale Parisi, da inviare in Austria affinchè apprendessero le arti minerarie. Nei viaggi attraverso i distretti minerari europei, Matteo Tondi raccolse, con la passione e la competenza del ricercatore, circa 35 casse di minerali che furono spedite a Napoli per il costituendo Museo Mineralogico. Rifugiatosi, nel 1799, per motivi politici in Francia, fu nominato aggiunto alla cattedra di Mineralogia nel Museo di Storia Naturale di Parigi, diretto dal celebre Dolomieu.

Nel 1811 Tondi rientrò a Napoli e fu nominato Ispettore Generale delle Acque e delle Foreste; nel 1816, resasi disponibile la cattedra di Orittologia della Regia Università degli Studi e la direzione del Real Museo Mineralogico, Tondi, in virtù della sua notorietà scientifica, fu invitato a ricoprirla.

Leggi anche