Solfuri

Solfuri, Seleniuri, Arseniuri, Telleruri.

Antimonite

Nella vetrina IV sono esposti quarantacinque campioni di antimonite, Sb2S3,  provenienti in massima parte dall’Ungheria. I campioni esposti hanno colore grigio scuro e lucentezza metallica, i cristalli sono aciculari, allungati o aghiformi, con caratteristiche striature parallele all’allungamento.
Da segnalare i campioni di  l’antimonite raggiata (cm 12x11x5.5) proveniente dall’Ungheria,  uno  proveniente dall’Isola di Shikoku, Giappone, con cristalli paralleli che superano gli 8 cm di lunghezza e un campione acquistato nel 2006, proveniente dalla Cina, con cristalli aciculari striati fino a 20 cm.

Realgar

7 campioni di realgar, As4S4, sono esposti nelle vetrina IV; si presentano in masse compatte di colore rossiccio e provengono dall’Ungheria.

Pirite

Pirite, FeS2<, in cristalli cubici sulle cui facce si notano una serie di striature, e in cristalli pentagonododecaedrici con lucentezza metallica e colore giallo ottone, provenienti dal giacimento di Gavorrano in Toscana e dall'Isola d'Elba sono esposti nella vetrina V. Segnaliamo per la sua bellezza il campione di pirite su ardesia (argillite metamorfosata 20x25x0.7 cm), proveniente da Coroico, la Paz, Bolivia.

Marcasite

Campioni di marcasite, in cristallini appiattiti prismatici di colore verde, provenienti dal Derbyshire, Inghilterra, sono esposti nella vetrina VI e nella bacheca D.

Galena

Sono esposti cento campioni di galena, PbS, i più caratteristici hanno cristalli cubici, ottaedrici, cubottaedrici di colore grigio piombo e lucentezza metallica e provengono dal Derbyshire e dal distretto minerario del Cumberland, Inghilterra.

Blenda

Campioni di blenda o sfalerite, ZnS, in cristalli su roccia, provenienti dall’Ungheria e dal Cumberland, Inghilterra sono esposti nella vetrina V e nella bacheca B.

Wurtzite

La wurtzite, polimorfa della blenda, e decisamente più rara, è esposta nella bacheca B. I reperti provenienti dalla Boemia, si presentano in masse compatte.

Cinabro

Sono esposti cinque campioni di cinabro, HgS, provenienti da Idrija, Slovenia, dalla Sassonia, dalla Transilvania e da Almaden, Spagna, dove si trovano i giacimenti più cospicui.

Eteromorfite

Nella vetrina V è esposto un campione, particolarmente bello, di eteromorfite, Pb7Sb8S19, solfuro di piombo e antimonio su roccia di dimensioni di cm 20x13x9, proveniente da Baia Sprie (Felsobanya), Romania. Il minerale forma sulla roccia masse feltrate, costituite da individui allungati e fittamente intrecciati di colore grigio piombo.

Cannizzarite

Nella vetrina VI sono esposti alcuni campioni di cannizzarite, solfuro di piombo e bismuto in masse compatte, minerale ancora poco conosciuto. Si ritiene che si formi dalle esalazioni vulcaniche; si trova nelle lave dell’isola di Vulcano in cristallini grigio chiari e lucenti.

Calcopirite

Sono esposti quattordici campioni di calcopirite, CuFeS2, in cristalli e masse concrezionate provenienti in massima parte dal Derbyshire, Inghilterra (Regno Unito). E’ un importantissimo minerale di rame dal colore giallo ottone, lucentezza metallica, con iridescenze superficiali.

Tetraedrite

Sono esposti sedici campioni di tetraedrite, Cu3SbS3, con colore grigio provenienti dall’Ungheria e dall’Harz, Germania ed un campione proveniente dal Canada dai colori azzurro cupo.

Tennantite

Campioni di tennantite, C3AsS3, provenienti dalla Cornovaglia, Inghilterra (Regno Unito) e dalla Svizzera sono esposti nella vetrina VII e nella bacheca B. I campioni sono stati immessi nel museo in massima parte nella prima metà dell’800.

Solfuro di Rhenio

Nella bacheca D è esposto un campione di solfuro di rhenio, una miscela di ReS2 e Re2S3, rinvenuto tra le fumarole del Vulcano Kudriavy nell’isola di Iturup, Arcipelago delle Kurili.
Il campione è stato donato al Museo nel 1994.

Altri Solfuri, Seleniuri, Arseniuri, Telleruri

Nella vetrina IV e nella bacheca D sono esposti 15 campioni di molibdenite, MoS2, in masse compatte su quarzo provenienti in massima parte da Altenberg, Sassonia, Germania;

argentite e acanthite, forme polimorfe del composto Ag2S. Si presentano generalmente in masse granulari o compatte e più raramente in cristalli cubici.;

covellite, CuS, in cristalli, molto rari e ricercati dai collezionisti, proveniente dalla miniera di Calabona in Sardegna;

calcosina, Cu2S, in masse compatte e granulari e in cristalli laminari proveniente dalla Cornovaglia, Inghilterra, Gran Bretagna;

pyrargirite, Ag3SbS3, in masse compatte e in cristalli provenienti dalla Sassonia, Germania, dai filoni argentiferi del Sarrabus, Sardegna e dall’Ungheria;

proustite, Ag3AsS3,; bismuthinite, Bi2S3, orpimento, As2S3, proveniente dalla Germania, Ungheria, Perù e un esemplare dal tipico colore rosso vivo proveniente dalla miniera di Zarshuran, Takab, Iran;

lorandite, TlAsS2, minerale molto raro; miargirite; diaphorite; andorite; stephanite; millerite; hauerite; ulmannite; xanthoconite; stannina; binnite; enargite; pirrotite; alabandina; linnaeite; tetradimite;

Nelle bacheche A, C, D sono esposti anche campioni di arseniuri: nickelina, NiAs in masse compatte e microcristalline; lollingite; donreykite; smaltina; chloanthite;

Sono esposti campioni di telleruri: petzite; hessite; silvanite; muthmannite; coloradoite; altaite e campioni di seleniuri: tiemannite; clausthalite.

Leggi anche

  • Grande CollezioneGrande Collezione Introduzione Nella sala settecentesca sono esposti circa 6000 campioni della Grande […]
  • Ossidi e IdrossidiOssidi e Idrossidi Quarzo Sono esposti circa trecento campioni di varietà del biossido di silicio, SiO2: […]
  • Fosfati, Arseniati, VanadatiFosfati, Arseniati, Vanadati Apatite Nella vetrina XXXI e nella bacheca N sono esposti numerosi campioni di apatite […]
  • Elementi NativiElementi Nativi Elementi nativi  Zolfo Nelle vetrine I, II, III sono esposti cinquantaquattro campioni […]
  • Minerali nelle laveMinerali nelle lave La composizione petrografica del Somma-Vesuvio è molto complessa ed esula dallo scopo […]
  • Minerali delle fumaroleMinerali delle fumarole Le fumarole  vesuviane danno luogo alla formazione di incrostazioni di minerali, spesso […]